Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lasik nel trattamento dell'ipermetropia. Aspetti clinici e medico-legali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 INTRODUZIONE ANATOMIA DELLA CORNEA La cornea è la parte dell'occhio con il maggior potere diottrico ed, insieme alla sclera, forma uno strato esterno protettivo che racchiude i restanti tessuti oculari. La sua forma, in proiezione frontale, è assimilabile ad un’ellisse, con il diametro verticale che misura in media 10.6 mm e quello orizzontale di circa 11.7 mm. Esaminata dall'interno, la cornea ha invece una forma circolare con un diametro medio di circa 11.7 mm. Al centro la cornea ha uno spessore medio di circa 520 micron, mentre avvicinandosi al limbus lo spessore aumenta potendo raggiungere i 670 micron. Da un punto di vista anatomo-istologico la cornea può essere divisa in cinque strati: l'epitelio, la membrana di Bowman, lo stroma, la membrana di Descemet e l'endotelio. Considerando invece anche la funzionalità delle varie parti si può dividere in soli tre strati: 1) l'epitelio e la zona di giunzione, 2) lo stroma e 3) l'endotelio insieme alla membrana di Descemet. L'epitelio è composto da cinque o sei strati di cellule che hanno uno spessore complessivo di circa 50 micron (il 10% dell'intero spessore della cornea). Morfologicamente si possono distinguere: uno strato di cellule basali, una zona intermedia formata da due o tre strati di cellule poligonali e due strati di cellule piatte superficiali. Le cellule basali sono importanti per la continua rigenerazione cellulare; infatti, il loro citoplasma è particolarmente ricco di reticolo endoplasmatico ruvido e di apparato del Golgi. La superficie cellulare presenta inoltre numerosi emidesmosomi nella porzione basale e alcuni desmosomi nelle zone apicali e laterali ovvero giunzioni intercellulari contenenti microfilamenti che congiungono tenacemente tra loro le cellule, permettendo solamente un esiguo passaggio di fluido; sono inoltre frequenti in questo strato le mitosi cellulari. Le cellule poligonali formano la porzione centrale dell'epitelio e sono

Anteprima della Tesi di Diana Bonuccelli

Anteprima della tesi: Lasik nel trattamento dell'ipermetropia. Aspetti clinici e medico-legali, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Diana Bonuccelli Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4207 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.