Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il linguaggio pubblicitario, avendo la caratteristica principale di esprimere in pochi secondi emozioni, ricordi, evocare situazioni mitiche, fa ampio ricorso a segni verbali di tipo “iconico” o “analogico”, cioè segni verbali che imitano e riproducono nel mezzo linguistico alcuni tratti pertinenti ai significati o contenuti. 3 Ciò significa che anche la parola può esprimere un significato puramente imitativo: la parola imita un aspetto, una situazione, non ha nessun significato particolare. E’ lo specchio di un’immagine particolare, che comunque è in grado di colpire e suscitare emozioni. Un primo e semplice espediente per costruire segni verbali imitativi, è quello che ricorre all’unione tra codice linguistico e quello figurativo. Il risultato consiste nell’avere i cosiddetti “segni verbo-visivi”. Sono segni che uniscono la componente verbale a quella figurativa contemporaneamente, in modo da permettere all’ascoltatore di poter soffermarsi, essendo stato colpito, su particolari frasi, nomi, magari 3 GRANDI Roberto, Come parla la pubblicità: modelli comunicativi degli spot pubblicitari, Milano, Sole 24 Ore, 1987.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Dicorato

Anteprima della tesi: L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001), Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Dicorato Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12839 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 45 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.