Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

(l’azienda emiliana era, infatti, stata ceduta alla multinazionale Grace nel 1970), Pietro Barilla nel 1979 torna alla guida dell’azienda. Questo è il periodo della nascita delle tv private (Canale 5, Italia 1, Rete 4) ed è il boom dell’investimento pubblicitario. Barilla si affida alle campagne “teaser”: frasi ad effetto senza l’inserimento del marchio. L’intento è conquistarsi un posto nella mente del consumatore, ora che fa la spesa trovandosi solo davanti allo scaffale del supermercato, attraverso frasi ridondanti e modi di dire particolari (esempio: Quante ragazze al dente ci sono in giro! Oppure Cercasi giovane fattorino purché al dente.). Siamo nel 1984 e, dopo la piccola parentesi dello spot girato da Federico Fellini e dal titolo “Rigatoni” (non ebbe molto riscontro da parte del pubblico), un anno più tardi comincia la famosa “Era dei sentimenti”: nel quattordicesimo capitolo, viene analizzato il periodo più importante della Barilla, che va dal 1985 al 1990. Periodo in cui Barilla, attraverso i suoi spot (da TRENO a GATTINO a MOSCA) esalta valori che rimarranno vivi fino ad oggi: amore per la tradizione, la genuinità dei prodotti e l’istituzione della famiglia attraverso lo storico headline “Dove c’è Barilla c’è casa” e le travolgenti note di Hymn di Vangelis. Barilla, dato il suo

Anteprima della Tesi di Giuseppe Dicorato

Anteprima della tesi: L'evoluzione del linguaggio pubblicitario della Barilla (dal 1910 al 2001), Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppe Dicorato Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12839 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 45 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.