Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti economici dell'immigrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

decidono di chiudere le frontiere. I primi due ad adottare questo provvedimento sono Danimarca e Germania seguiti a breve termine da Svezia, Francia, Norvegia, Austria e Svizzera. Questi provvedimenti sono avversati dagli imprenditori, i quali dal 1974 danno vita ai primi decentramenti produttivi internazionali, procurando una spinta rilevante al processo di industrializzazione dell’Asia Sud-Orientale. In questo quadro internazionale, l’Italia come si comporta? Nel nostro paese ancora si è convinti di trovarsi nella categoria di coloro che esportano manodopera e non si crede invece che il flusso internazionale possa essere interessato a sbarcare in uno Stato come il nostro. In Italia non viene preso alcun provvedimento normativo in ragione del fatto che, superata la crisi petrolifera del 1973, il reddito aumenta, l’occupazione anche, e nessuno si preoccupa dell’impennata dell’inflazione che raggiunge il 21% nel 1980. Con la Legge n. 79 del 1983 si comincia a puntare a un rientro inflazionistico e ad una innovazione produttiva che causa un’eccedenza di manodopera industriale. Gli strumenti quali la cassa integrazione guadagni e il prepensionamento, pur tenendo a bada la tensione derivante dalla riduzione della forza lavoro, non riescono a diminuire l’inflazione ma anzi hanno un rilevante effetto sul debito pubblico e creano un clima favorevole

Anteprima della Tesi di Gabriele Gabrieli

Anteprima della tesi: Aspetti economici dell'immigrazione, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gabriele Gabrieli Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17993 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.