Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I quotidiani italiani e le votazioni del 13 maggio 2001: la campagna elettorale di Silvio Berlusconi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 7 un politico venga intervistato perché è una fonte, magari da tanti anni, e può fornirci informazioni utili per i retroscena”. 7 Il retroscena corrisponde alla volontà da parte del giornale di andare oltre la facciata della versione ufficiale, per rivelare i veri scopi delle informazioni che vengono fornite. La fonte però tenta di strumentalizzare e standardizzare questo processo, cercando di controllare tutte le fasi che dall’evento portano alla notizia, diventando un interlocutore privilegiato, che spesso riceve sul giornale una particolare attenzione. Il giornalista deve sempre prestare attenzione alla coloritura degli eventi che la fonte attribuisce, al punto di vista con il quale confeziona la notizia, che risponde sempre a precisi obiettivi, per non incorrere in un’informazione univoca e parziale. In campagna elettorale ciò diventa cruciale, sia perché le informazioni politiche sono sottoposte a una naturale dilatazione, sia perché ogni referente politico o lo staff che ruota attorno a esso deve tentare di imporre a fini persuasori la propria visione degli eventi, inibendo, se possibile, quella degli altri. Il politico sa di non potersi sottrarre al confronto con i media, ma tenta in qualche modo di neutralizzare le loro iniziative autonome, che potrebbero sfuggire al suo controllo, soprattutto attraverso la creazione di fatti- notizia. Si sviluppa tra media e mondo politico una forma di competizione per il controllo delle issues da imporre e per il contesto all’interno del quale calarle, ma anche una concorrenza sul controllo dell’immagine, per cui i candidati devono impedire la diffusione di informazioni dannose. Da un lato, quindi, il politico tenta di scavalcare il filtro rappresentato dai media attraverso il rapporto diretto con l’elettore, spesso occupando con suoi articoli gli spazi del giornale; dall’altra, presta particolare attenzione a quanto i media affermano, pronto a correzioni e rettifiche. I periodi di campagna elettorale, specie se 7 Colloquio con Demetrio De Stefano, 25 giugno 2001.

Anteprima della Tesi di Giorgia Fraizzoli

Anteprima della tesi: I quotidiani italiani e le votazioni del 13 maggio 2001: la campagna elettorale di Silvio Berlusconi, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giorgia Fraizzoli Contatta »

Composta da 539 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3449 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.