Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'euro e i cittadini: aspettative e timori

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.3 Periodo transitorio (Primo gennaio 1999 – 31 dicembre 2001) e principi cardini. Le monete metalliche 4 e le banconote euro saranno comunque introdotte solo il 1° gennaio 2002. I tre anni del "periodo transitorio", consentiranno ai consumatori di abituarsi gradualmente alla nuova unità monetaria. Due principi fondamentali struttureranno il passaggio dalle unità monetaria nazionali all'euro. • “Principio di equivalenza”. Esiste la totale equivalenza tra la nozione di "unità euro" e la nozione di "unità monetaria nazionale", attraverso i tassi di conversione fissati definitivamente. Durante questo periodo uno strumento giuridico in euro o in una qualsiasi denominazione nazionale avrà esattamente lo stesso valore giuridico, e, in applicazione delle norme di conversione, anche lo stesso valore monetario. 4 Le otto monete da 1,2,5,10,20, e 50 cent e da 1 e 2 euro hanno una faccia comune a tutti i paesi dell’Unione Economica e Monetaria ed una faccia nazionale. I disegni prescelti per la faccia comune sono stati realizzati a cura della zecca reale belga. Per quanto riguarda la faccia nazionale gli 11 paesi ( più la Grecia, a partire dal primo gennaio 2001), che aderiscono all’UEM hanno scelto l’effige dei propri sovrani, i principali monumenti o i simboli legati alla storia o alle tradizioni del proprio paese. In Italia la faccia nazionale è stata scelta tramite un sondaggio avvenuto nel corso di una trasmissione televisiva alla presenza dell’allora ministro del Tesoro Ciampi. Le monete in euro riprodurranno rispettivamente l’effige di Castel del Monte, della Mole Antonelliana, del colosseo, della Venere di Botticelli, dell’opera futurista “Forme uniche nella continuità dello spazio” di Boccioni, del Marco Aurelio di piazza del Campidoglio a Roma, dell’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci e del Dante Alighieri di Raffaello. 5 Tale principio che con la sua stringatezza, può apparire uno slogan pubblicitario è espresso giuridicamente nell’articolo 8 del Regolamento della Comunità europea numero 974 del 3 maggio 1998.

Anteprima della Tesi di Maria Caccaviello

Anteprima della tesi: L'euro e i cittadini: aspettative e timori, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Maria Caccaviello Contatta »

Composta da 277 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1753 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.