Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione della figura del tour operator: processi di concentrazione e specializzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 11 - Gli allotments con diritto di recesso prevedono l’obbligo per l’operatore di pagare il prezzo pieno pattuito per i servizi confermati nel rispetto dei tempi definiti nel contratto. In pratica esiste una “deal line” al di là della quale le disponibilità tornano di pertinenza del fornitore. I prezzi praticati in questo caso sono sicuramente superiori rispetto alla prima soluzione, ma il rischio economico si riduce. Con l’ultima formula, il tour operator acquista un’opzione su alcuni servizi per un periodo di tempo definito, ma corrisponde al fornitore solo il prezzo dei servizi effettivamente utilizzati 13 . L’applicazione di tariffe confidenziali, quindi comporta un rischio economico ridotto al minimo, poiché non implica alcun impegno ben definito dal tour operator, ma i prezzi sono superiori rispetto alle altre due ipotesi esaminate. In genere i tour operator operano attraverso la prima e la seconda soluzione e pertanto tali scelte gestionali comportano consistenti investimenti finanziari, elevate spese di marketing, la costante necessità di innovare la linea di prodotti. Il rischio d’impresa di tali operatori nasce anche da fattori esterni, quali guerre, attacchi terroristici, restrizioni valutarie che provocano variazioni improvvise nella domanda turistica. L’emergenza terrorismo dopo l’attacco dell’11 settembre del 2001 alle Torri gemelle a New Work, ha provocato notevoli perdite nell’ intero settore, secondo le analisi effettuate da alcune associazioni di categoria ASTOI e ASSOTRAVEL nel settore del tour operating le perdite stimate sono state di circa il 60, 70% del fatturato previsto. 13 Questo tipo di formula può provocare fenomeni di overbooking, quando il fornitore, ad esempio l’albergatore, vende autonomamente le camere riservate in opzione prima della scadenza dei termini, per tutelarsi dal rischio di invenduto, e nello stesso tempo anche il tour operator finisce per usufruire in pieno della disponibilità acquisita.

Anteprima della Tesi di Giuseppina Nigro

Anteprima della tesi: L'evoluzione della figura del tour operator: processi di concentrazione e specializzazione, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giuseppina Nigro Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15191 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 56 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.