Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La distribuzione di bevande in Polonia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo primo – Le bevande: mercati internazionali 12 questo anche grazie alla proliferazione recente di locali quali wine bars ed alla maggiore disponibilità di vino nei tipici pub inglesi, un tempo feudo esclusivo della birra. 1-5 IL MERCATO DEL VINO IN GERMANIA Il vino rimane l’unico prodotto alcolico il cui mercato può vantare tassi di crescita incoraggianti. Tra il 1996 e il 2000 le vendite di vino rosso in volume sono aumentate del 25% in volume e del 23% a valore mentre quelle di vino bianco sono scese del 10% a valore ed 11% a volume. I viticultori locali stanno modificando di conseguenza la loro produzione ma questo passaggio richiede tempo, questa situazione va a vantaggio dei paesi esportatori che hanno conseguentemente ampliato le loro quote di mercato. La situazione nel mercato a volume è parzialmente diversa in quanto i produttori domestici tendono a fornire un prodotto di prezzo elevato e buona qualità. Va detto che la Germania è il più grande importatore al mondo di vini con un mercato quantificato nel 2000 in volume 13 milioni di ettolitri e a valore 2 miliardi di euro. Figura 6: principali paesi esportatori di vino in Germania 44 33 22 32 12 15 4 1 2 1 0 10 20 30 40 50 italia francia spagna macedonia austria volume valore Fonte Mintel, 2000 Il totale del volume del vino importato raggiunge i 12101000 ettolitri per un controvalore di 3,585 miliardi di marchi. Difficile non notare come la Francia sia il secondo esportatore con volumi dimezzati rispetto all’Italia ma a valore le 2 nazioni raggiungano la stessa quota di mercato, sintomo evidente del fatto che i francesi esportano prodotti più costosi. La Germania, pur rimanendo importatore netto, esporta buoni volumi di vino (nell’anno 2000 225 milioni di litri, +14% rispetto al 1999 per un totale a valore di 330 milioni di euro) ed i suoi principali clienti sono Gran Bretagna con il 44% del mercato a volume e 31% a valore e Olanda (12% a volume e 9% a valore). Il 79% del vino in Germania è consumato a casa mentre il restante 21% viene ripartito tra ristoranti (60%) hotel (10%) bar e pub (20%) e il restante 10% in altri punti horeca.

Anteprima della Tesi di Stefano Giardini

Anteprima della tesi: La distribuzione di bevande in Polonia, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Giardini Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2171 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.