Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti territoriali dell'innovazione tecnologica nell'industria italiana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 1.2 Le principali teorie spaziali del mutamento tecnologico La ricerca teorica sull’innovazione tecnologica e la sua dimensione nello spazio può essere distinta in due filoni concettuali che, rispettivamente, pongono al centro dell’analisi i fenomeni di agglomerazione e di diffusione geografica dell’attività innovativa 13 . L’interesse principale del primo filone di ricerche è legato alle dimensioni spaziali del processo di generazione delle innovazioni tecnologiche e l’obiettivo esplicito è quello di chiarire le ragioni fondamentali che possono dare conto dell’esistenza di fenomeni di concentrazione geografica delle attività innovative. Nella seconda area di ricerca, invece, l’analisi è diretta a chiarire in che modo lo spazio e la distanza dal luogo di origine dell’innovazione – intesa sia in senso «fisico» che «socio-economico» - possano influenzare le modalità ed il tempo di diffusione geografica dell’innovazione stessa. 13 IAMMARINO S., PRISCO M. R., SILVANI A., “Alla ricerca di un modello vincente di innovazione regionale: alcune considerazioni sull’esperienza italiana”, in L’industria, 1999, XX, n. 3 pp. 537-565

Anteprima della Tesi di Gino Corrente

Anteprima della tesi: Aspetti territoriali dell'innovazione tecnologica nell'industria italiana, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gino Corrente Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4670 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.