Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Condivisione di dati tra stazioni fisse ed apparecchiature mobili

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.4 Strumenti Utilizzati Il progetto è stato eseguito utilizzando gli ambienti di sviluppo forniti dall’ambiente Microsoft Windows; in particolare si è utilizzato Microsoft Visual Basic 6.0 per la realizzazione del server e della console,in quanto rappresenta un buon linguaggio di programmazione object-oriented e velocizza notevolmente lo sviluppo da parte del programmatore. Microsoft Access 2002 è stato usato per la realizzazione della base dati sul server ,è stato preferito a MS SQL Server almeno nella fase iniziale, in quanto ogni procedura è notevolmente semplificata. La migrazione al database appena citato è un’evoluzione naturale del nostro progetto, e per questo se ne è tenuto conto in fase di realizzazione. Si è utilizzato Microsoft MapPoint 2002 per la visualizzazione delle cartine presentate dalla console, in quanto espone le sue classi ed è quindi programmabile; un altro aspetto di questo software che ci ha spinto al suo utilizzo è il costo contenuto del pacchetto, se avessimo voluto utilizzare altre cartine avremmo dovuto pagare delle royalty, il che avrebbe fatto lievitare a livelli improponibili i costi di realizzazione. Per quanto riguarda OAMCE sono stati utilizzati Microsoft Embedded Visual Basic e Visual C++ 3.0 per la realizzazione del codice e Microsoft Windows Platform SDK for Pocket PC 2002 per creare gli eseguibili per il dispositivo palmare, ed inoltre grazie alla presenza al suo interno di un emulatore, ha reso lo sviluppo del progetto più facile. I software di tipo Embedded sono simili alle versioni desktop per quanto riguarda la semplicità di utilizzo,ma purtroppo hanno un set di istruzioni molto più limitato. Faccio notare, che questi ambienti di sviluppo sono stati realizzati da poco tempo e quindi molte volte si sono incontrati bug, che hanno messo a dura prova il lavoro del programmatore. Si è inoltre utilizzato il linguaggio XML per lo scambio dei dati tra i vari moduli di questo sistema. L’ XML non è un linguaggio di programmazione, bensì un meta- linguaggio di markup per la rappresentazione di documenti, che contengono informazioni strutturate, allo scopo di permettere uno scambio di informazioni ottimizzato su internet.

Anteprima della Tesi di Carlo Rosmini

Anteprima della tesi: Condivisione di dati tra stazioni fisse ed apparecchiature mobili, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Carlo Rosmini Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 566 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.