Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi modelli di business: le comunità virtuali. Il caso di Fondi.it

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 - Marketing e comunità virtuali critici da sviluppare per l'impresa. A ciò si aggiunga che in rete un potenziale fornitore alternativo di prodotti o servizi è costantemente a "distanza di un click": per meritare l'attenzione del consumatore è necessario creare valore per il cliente prima che questi giunga a manifestare un concreto interesse nei confronti della specifica offerta preparata dall'azienda. Per queste ragioni, in un contesto in cui le aziende competono per acquistare l'attenzione dei consumatori e dove questi ultimi possono acquisire informazioni sempre più ricche da una molteplicità di fonti alternative di informazione, sono necessarie nuove strategie in grado di sollecitare e catalizzare l'attenzione del mercato finale. Le imprese in grado di individuare le soluzioni in tal senso più efficaci saranno anche quelle che maggiormente sapranno ridurre l'interdipendenza con gli altri attori del sistema competitivo ed espandere i propri margini di manovra, in virtù della loro superiore capacità di rendere appealing il proprio sito e la relativa offerta. Il tema del posizionamento dinamico, finalizzato a mutare con continuità l'offerta per sensibilizzare e fidelizzare il mercato di riferimento, diviene così estremamente rilevante. 1.2.1 L'affiliation Una prima modalità di posizionamento dinamico si richiama al concetto di affiliation. Vediamo cosa si intende: "Affiliation non significa preoccuparsi del cliente; questo devono farlo tutti: produttori, dettaglianti, navigatori. Il termine non fa neppure riferimento alle utili attività a somma positiva con le quali i venditori preseguono i propri interessi tramite quelli dei propri clienti. La vera affiliazione si verifica quando al beneficio per il consumatore corrisponde una perdita per il venditore. Informare il consumatore delle alternative di acquisto disponibili presso altri fornitori; dare delle performance del prodotto o sulla soddisfazione del cliente". 16 16 Evans P.; Wurster T.S. (2000) Blown to Bits. How the new economics of information tranforms strategy, Harvard Business School Press, Cambridge, p. 113

Anteprima della Tesi di Fabio Calorio

Anteprima della tesi: Nuovi modelli di business: le comunità virtuali. Il caso di Fondi.it, Pagina 13

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Calorio Contatta »

Composta da 269 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3977 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.