Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Mlu nel parlato del bambino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Secondo gli stessi Autori, i sistemi di comunicazione non verbale sono tre: intonazionale, paralinguistico e cinesico. Quest’ultimo comprende: a) il comportamento spaziale, rappresentato dal contatto corporeo, dalla distanza interpersonale, dall’orientazione e dalla postura; b) il comportamento motorio-gestuale, che comprende i cenni del capo e i movimenti delle mani; c) il comportamento mimico del volto; d) il comportamento visivo e lo sguardo. Nell’ambito del comportamento non verbale si possono distinguere due gruppi di segnali, alcuni statici ed altri dinamici, sulla base del fatto che i primi, a differenza dei secondi, non mutano durante il corso dell’interazione. Vi appartengono il volto e la conformazione fisica, l’abbigliamento, il trucco, l’acconciatura dei capelli, lo stato della pelle, che nel loro complesso costituiscono l’aspetto esteriore. Tra i suddetti elementi espressivi, quello più importante è il viso, che è specializzato nella comunicazione delle emozioni.

Anteprima della Tesi di Adele Bortolina Berardelli

Anteprima della tesi: L'Mlu nel parlato del bambino, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Adele Bortolina Berardelli Contatta »

 

Questa tesi ha raggiunto 4579 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.