Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Materiali biblioteconomici per la nuova biblioteca universitaria di Genova. Avvio di un'indagine

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 come in effetti purtroppo � evidente dalla pratica quotidiana, di offrire servizi che l�utenza non vuole e di non fornire quelli che in effetti sono utili, o, ed � ancor peggio, c�� il rischio di non aiutare l�utenza a chiarire quali sono le sue necessit� di informazione e quali sono le potenzialit� esistenti in un determinato territorio; in sintesi non si mette in �connessione� documento e utente. Come � stato scritto 16 , questo non significa che si debba cadere nell�eccesso di dare, in modo acritico, tutto ci� che chiede l�utente; si devono valutare e ponderare le opinioni da essi espresse e poi prendere decisioni autonome, che vadano al di l� del singolo caso e interpretino l�interesse comune. Allo stesso tempo per� non si deve cadere nell�opposto pensiero per cui si ritiene che solo chi offre ha il potere. Per usare un altro termine del marketing, deve esserci il feedback che mette in comunicazione costante i due versanti. L�istituzione biblioteca dovr� allora, come gi� si � accennato, comprendere quale � e quale sar� in futuro la sua funzione, comprendendo chi � l�utente oggi, cos� da poterlo �fidelizzare�, cio� renderlo affezionato alla biblioteca; quest�ultima azione, la fidelizazzione, talvolta pu� essere ancora pi� importante, e difficile, che quella di conquistare nuovi pubblici. La biblioteca dovr� essere poi informata su quali altre fette di utenza (di mercato) potranno essere interessate al servizio; attorno al mondo bibliotecario ruotano in effetti pubblici differenti, tutti portatori di interessi (= stakeholders): personale a vario titolo, enti, pubblico esterno e altre realt� che vanno conosciute ed analizzate in profondit�. Non esiste un unico mercato, un unico pubblico; esistono molti �segmenti� di mercato a cui vanno fatte offerte differenziate. Individuare quali sono gli utenti, anche potenziali e non conosciuti, � essenziale per rinnovare il servizio bibliotecario; in quest�ottica oggi si parla anche di offerta di servizi alle organizzazioni e alle aziende: � la business information, detta anche B2B (business to business). La biblioteca, che � un�organizzazione, pu� offrire a un�altra organizzazione, e non solo a un singolo, l�informazione di cui questa ha bisogno, purch� quello che si scambia sia un arricchimento di conoscenza, utile agli scopi dell�azienda; c�� bisogno di dare senso al mare di informazioni che oggi ci invadono in modo anche frenetico. E la biblioteca pu� e deve farsi carico di organizzare, catalogare e conservare le informazioni per fornire un utile servizio di mediazione oltre che alla comunit� e ai singoli, anche ad organizzazioni ed imprese 17 . D�altronde � questo un campo nuovo, difficile da conquistare, ma strategicamente importante per riaffermare l�importanza dell�istituzione biblioteca. 16 Solimine Giovanni, �Introduzione allo studio della Biblioteconomia – Riflessioni e documenti�, cit., pp.23-25 17 Lotto Giorgio, �Decalogo per un servizio a valore aggiunto�, in �Biblioteche oggi�, aprile 1997 pp. 7-10. Sulla Business information � molto interessante anche la relazione di Michele Rosco, tenuta al convegno �Comunicare la Biblioteca� svoltosi a Milano il 15 e 16 marzo 2001. Il testo si trova ora in: Comunicare la biblioteca, a cura di Ornella Foglieni, Milano, Editrice Bibliografica,2002

Anteprima della Tesi di Francesco Guido

Anteprima della tesi: Materiali biblioteconomici per la nuova biblioteca universitaria di Genova. Avvio di un'indagine, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Francesco Guido Contatta »

Composta da 121 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1709 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.