Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'organo di revisione negli enti locali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 dell’adeguatezza delle scelte compiute in sede di programmazione strategica e di indirizzo politico- amministrativo, in termini di congruenza tra i risultati conseguiti e gli obiettivi predefiniti. Le maggiori novità presenti nel Testo unico, cd. TUEL, approvato con il D.Lgs.n.267/2000, relativamente all’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali, si possono ricondurre alle seguenti fattispecie 9 : - l’esclusione dal controllo obbligatorio preventivo di legittimità dell’organo regionale di controllo delle variazioni di bilancio adottate dall’organo esecutivo in via d’urgenza 10 (art.126 del TUEL); 9 Cfr.M.Bellesia, Manuale di contabilità per gli enti locali, Terza edizione, Editrice CEL 10 L’art.126 del Testo unico prosegue specificando che le ratifiche relative alle variazioni di bilancio da parte dell’organo consiliare sono invece sottoposte al controllo preventivo di legittimità del Co.re.co., il quale, dopo la riforma costituzionale n.3/2001, può, se richiesto dall’ente, esercitare tale controllo sotto forma di consulenza .

Anteprima della Tesi di Marianna Guadagno

Anteprima della tesi: Il ruolo dell'organo di revisione negli enti locali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marianna Guadagno Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9794 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 43 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.