Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La costruzione dell'auto-imprenditorialità: professionalità e formazione dei nuovi self-employed

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Destano maggiore attenzione le componenti del lavoro autonomo a maggiore rischio di precarizzazione, quali i sub- contractor e i collaboratori coordinati e continuativi. Se tra questi ultimi vi sono anche coloro che svolgono professioni di tipo intellettuale, legate alla ricerca e all’insegnamento, i primi, invece, sono prevalentemente lavoratori dequalificati. Riprendendo la classificazione di Goldthorpe ed Erikson, gli esponenti del self-employment nei confronti dei quali gli studiosi concentrano la loro attenzione si collocano, soprattutto, nella «classe di servizio» e nella «classe operaia». In particolare, entro quest’ultima rientrano quei lavoratori autonomi a bassa qualificazione che sono, in molti casi, il risultato di logiche di ristrutturazione attuate dalle grandi imprese e che possono considerarsi gli eredi dell’operaio di massa della società di piena industrializzazione.

Anteprima della Tesi di Maria Serena di Gennaro

Anteprima della tesi: La costruzione dell'auto-imprenditorialità: professionalità e formazione dei nuovi self-employed, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Maria Serena di Gennaro Contatta »

Composta da 227 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2412 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.