Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'agricoltura geneticamente modificata dall'erosione della biodiversità ai problemi di una biopolitica globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo primo PER ENTRARE NEL DIBATTITO 1. Cosa sono le biotecnologie? Il termine “biotecnologia” è un neologismo e costituisce la crasi di due sostantivi – biologia e tecnologia – che hanno mantenuto, nel tempo, un significato vasto, delineante le scienze della vita e delle costruzioni. Le biotecnologie, intese nel significato più ampio del termine, possono definirsi come ogni tipo di tecnologia che, utilizzando organismi viventi (batteri, lieviti, cellule vegetali, cellule animali di organismi semplici o complessi) o loro componenti sub-cellulari (enzimi),produce prodotti utili in quantità commerciali, oppure manipola ,al fine di migliorarne le caratteristiche, piante e animali o, ancora, sviluppa microrganismi utili per usi specifici 1 . In una definizione così ampia sono incluse quelle tecniche produttive utilizzate in ambito zootecnico e agricolo da millenni. Anche la trasformazione di frutti e cereali per produrre bevande alcoliche, sfruttando l’attività fermentativa dei microrganismi, si pratica nel 1 BUSSOLATI M. - MORANDI S., Il gene nel piatto, Tecniche nuove, Milano 2000, Glossario, pg.114

Anteprima della Tesi di Serena Taurino

Anteprima della tesi: L'agricoltura geneticamente modificata dall'erosione della biodiversità ai problemi di una biopolitica globale, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Taurino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2307 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.