Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'agricoltura geneticamente modificata dall'erosione della biodiversità ai problemi di una biopolitica globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

predatori 5 . Da qui nascono gli antibiotici, anzi non è fantascienza immaginare che, all’origine della vita sulla terra, le comunità in competizione si battessero per il territorio, utilizzando ognuna i propri specifici antibiotici nel tentativo di sterminarsi a vicenda. Questi prodotti, i metaboliti secondari (metabolismo è l’attività biochimica cellulare controllata dagli enzimi), sono esclusivi dei microbi, dei semplici organismi marini e delle piante, negli animali superiori non è stato trovato alcun metabolita fino ad oggi 6 . Gli enzimi responsabili delle funzioni base della cellula sono impiegati per la produzione di sostanze utili, sfruttando il processo di “fermentazione” col quale essi distruggono, ad esempio, una molecola di cibo per estrarne l’energia biochimica. Louis Pasteur definì la fermentazione come il processo biochimico secondo il quale i microrganismi producono sostanze dalla degradazione di composti organici, e la chiamò “vita senza ossigeno” 7 , per distinguerla dalla respirazione, che avviene in presenza di ossigeno. Oggi, invece, per fermentazione si intende qualsiasi processo (che avviene in presenza o meno di ossigeno) basato sulla coltura di microrganismi. Tale attività è stata sfruttata dall’uomo e si è evoluta nei secoli nell’industria della fermentazione. 8 Fino agli anni venti, prima della nascita dell’industria petrolifera, la fermentazione era la maggior fonte di materie prime per l’industria 5 Ibidem 6 ALDRIGE S. , op.cit. pg.212 7 FERRI M. C., Biotecnologie, Edizioni agricole, Bologna 1999, pg.15 8 Durante il processo di demolizione, infatti, si producono sostanze di scarto utili all’industria, come l’etanolo, utilizzato sia in ambito alimentare sia come solvente industriale. Si veda ALDRIGE S., op. cit. pg. 212

Anteprima della Tesi di Serena Taurino

Anteprima della tesi: L'agricoltura geneticamente modificata dall'erosione della biodiversità ai problemi di una biopolitica globale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Serena Taurino Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2305 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.