Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rapporto di lavoro e lesione della dignità umana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I 13 principio di tutela della dignità umana come riportato nell’ art. 41, II comma Cost., del quale viene sottolineata l’immediata precettività , in conformità alla sua valorizzazione operata dalla recente giurisprudenza lavoristica della Corte Costituzionale. La tesi sostenuta nella motivazione della sentenza è quella secondo cui l’ art. 41,II comma Cost., nella parte in cui oppone il limite della dignità umana all’ iniziativa economica privata, è esso stesso la “legge” richiesta dall’ art. 2059 c.c. per risarcire il danno non patrimoniale.; il pretore, con questo preciso scopo, lo definisce una parte della legge di base dell’ordinamento che determina appunto il valore immateriale “dignità” la cui lesione genera un danno non patrimoniale. La decisione pretorile, pur ampiamente discussa, si pone in linea con la decisione della Corte Costituzionale n.561/1987, nella quale la Corte sosteneva con assoluta chiarezza che “la libertà e la dignità della persona hanno un autonomo rilievo sia rispetto alle sofferenze ed ai perturbamenti psichici, sia rispetto ad eventuali danni patrimoniali conseguenti; e doverosa ne è la riparazione, in quanto i suddetti valori sono oggetti di diretta protezione costituzionale”. Tuttavia nella decisione pretorile non vi è alcun diretto richiamo alla decisione “creativa”n.561/1987 della Corte: anche per questo motivo è stato osservato che il giudice avrebbe potuto seguire altre strade. In ogni caso la decisione pretorile resta notevolmente importante e chiaramente emblematica del potenziale di attuazione concreta del principio costituzionale di dignità umana.

Anteprima della Tesi di Valeria Mirco

Anteprima della tesi: Rapporto di lavoro e lesione della dignità umana, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Valeria Mirco Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13039 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.