Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rapporto di lavoro e lesione della dignità umana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I 15 l’obbligo dell’imprenditore e, dunque, della stessa organizzazione del lavoro di rispettare il diritto del prestatore alla conservazione della propria integrità psico-fisica, nonché quello di salvaguardarne la “personalità”, intesa nella sua più ampia e variegata accezione. 7 Secondo la lettera dell’art. 2087, l’imprenditore è responsabile ogni qualvolta, nell’esercizio dell’impresa ponga in essere dei comportamenti che vanno a ledere l’integrità fisica e la personalità morale del lavoratore. L’art.2087c.c., ha cosi’ riconfermato il principio di ordine pubblico- privato, secondo il quale qualsiasi negozio o relazione obbligatoria non può legittimare atti di disposizione del corpo del debitore, oltre che compromissioni all’insieme dei diritti inalienabili della persona. Tale disposizione, probabilmente è sorta per soddisfare l’esigenza che il contratto ed il rapporto che ne scaturisce, non sia occasione di danni alla persona del lavoratore, la cui integrità è condizione essenziale all’adempimento della prestazione stessa. Il lavoratore deve cedere energie e forza-lavoro, ma non i propri diritti fondamentali, dal momento che lo scambio contrattuale non può avere ad oggetto atti di disposizione dei diritti inalienabili della persona. E’ stato osservato che l’art.2087c.c, costituirebbe una vera e propria clausola generale dal valore onnicomprensivo, svolgendo una funzione di adeguamento permanente dell’ordinamento alla sottostante realtà socio-economica. 8 7 V.Montuschi L. “Problemi di danno alla persona nel rapporto di lavoro”, in Riv. It. Dir. lav., I t., 1994, pagg.317 e ss.; 8 V.Renzi T. “La responsabilità contrattuale nel rapporto di lavoro”, in “La responsabilità civile”, Torino, 1998, pagg.3 e ss.;

Anteprima della Tesi di Valeria Mirco

Anteprima della tesi: Rapporto di lavoro e lesione della dignità umana, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Valeria Mirco Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12970 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.