Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Percorsi ipertestuali in ''The Waste Land'': la ''forma spaziale'' nella poesia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Due opere in particolare sembrano segnare il passo negli anni Venti del XX secolo, caratterizzato da speimentazioni e cambiamenti spesso epocali, non solo in ambito strettamente letterario: Ulysses di James Joyce nella narrativa, e The Waste Land di T.S. Eliot in poesia. Lo scrittore anglo-americano, autore del poema-capolavoro sopracitato, studiò le applicazioni della nuova logica spaziale sperimentata da Joyce proprio in Ulysses e notò come essa fosse strettamente connessa ad una concezione particolare del mito, chiamato a dar forma al caos e al disordine del mondo moderno. Questa la tesi che lo stesso T.S Eliot espone in un saggio dedicato a Ulysses e nel quale formula l’orma celebre definizione di “metodo mitico”. In using myth, in manipulating a conitinuous parallel between contemporaneity and antiquity, Mr Joyce is pursuing a method which others must pursue after him. (...) It is simply a way of controlling, of ordering, of giving a shape and a significance to the immense panorama of futility and anarchy that is contemporay history. 2 2 T.S. Eliot , op.cit., p. 123, trad. it. di A.Serpieri, “Introduzione” in La terra desolata, Biblioteca Universale Rizzoli, Milano, 1982, p.10. [Nell’usare il mito, nel manipolare un continuo parallelismo fra il mondo contemporaneo e il mondo antico, Joyce sta seguendo un metodo che altri devono seguire dopo di lui (…) E’ semplicemente un modo di controllare, ordinare, dare forma e significato all’immenso panorama di futilità e anarchia che è la storia contemporanea.]

Anteprima della Tesi di Giuseppina Fotia

Anteprima della tesi: Percorsi ipertestuali in ''The Waste Land'': la ''forma spaziale'' nella poesia, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Giuseppina Fotia Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6647 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.