Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il radiocesio nei boschi della regione FVG: la situazione attuale ed il confronto con il passato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

nucleo decada (con probabilita` non trascurabili) attraverso piu` di un meccanismo, ovvero che il decadimento abbia delle diramazioni. Tipicamente i meccanismi coin- volti sono due, ad esempio ci sono nuclei che decadono sia β − che β + oppure sia α che β. La trattazione di problemi piu` complessi viene sempre effettuata grazie all’applicazione della legge del decadimento radioattivo ponendo λ = λ 1 + λ 2 . Nel caso di un nucleo che decade sia α che β, dalla (1.15) avremo che la diminu- zione del numero di nuclei nel tempo dt e` data da: −dN = (λ α + λ β )Ndt (1.28) in analogia con la trattazione svolta al paragrafo 1.3.1. Il rapporto tra il numero di particelle di un tipo e quello di tutte le particelle emesse si definisce rapporto di diramazione ed e` pari al rapporto tra la costante di disintegrazione per il tipo di particella in questione e la costante di disintegrazio- ne totale del processo. Nel caso dell’esempio precedente si ha, ad esempio, che il rapporto di diramazione per particelle α e` uguale a λ α /(λ α + λ β ). 1.4 Alcuni esempi di decadimento radioattivo Descriviamo ora il decadimento di alcuni isotopi che verranno citati nei prossimi capitoli e che rivestono una grande importanza in materia di radioprotezione. 1.4.1 137 Cs e 134 Cs Iniziamo con gli isotopi del cesio 137 Cs e 134 Cs. Il 137 Cs decade (con T 1/2 = 30.17 an- ni) nel 137 Ba, che e` un nucleo stabile, quindi la descrizione del decadimento e` piutto- sto semplice. Come si puo` vedere in figura 1.2 il decadimento e` un β − che nel 94.4% dei casi avviene al livello eccitato a 661.7 keV del 137 Ba, mentre nel rimanente 5.6% viene raggiunto direttamente lo stato fondamentale; nel primo caso si ha l’emissio- ne di un β − di energia massima 513.9 keV, nel secondo caso l’elettrone ha energia massima1175.6keV. 15

Anteprima della Tesi di Francesco Faleschini

Anteprima della tesi: Il radiocesio nei boschi della regione FVG: la situazione attuale ed il confronto con il passato, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Faleschini Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 802 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.