Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rwanda (Paese dalle mille Colline). I ricorsi di una ''distrazione''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

provenienti da ceppi originari razziali diversi, lo deve alla visione classificatrice della razza umana che caratterizzava il contesto intellettuale dell’antropologia alla fine del secolo scorso. Ma che cos’è genocidio? Possiamo noi cogliere il senso pieno della parola, concretizzandola, immaginando, quindi, l’inimmaginabile? Il passato ci mostra quanto ciò sia difficile. Infatti, durante i quattro anni dello sterminio ebreo in Germania, durante la seconda guerra mondiale, le notizie della tragedia che si consumava giunsero, in tempo reale, anche dove il nazismo o il fascismo non c’erano, ma non ci fu, da parte dell’opinione pubblica, una reazione immediata, una presa di coscienza immediata. Sono passati alcuni anni prima della comprensione storica del dramma. Tra le varie testimonianze sullo sterminio in atto in quei luoghi dove il problema era lontano, come Londra o New York, scaturisce in modo evidente che l’opinione pubblica non riesce a cogliere concretamente un genocidio in atto. Nel 1944 un giurista americano di origine ebreo-polacca, Raphael Lemkin 2 , fu il primo a coniare, dal greco genos (razza, tribù) e dal suffisso latino cide (uccidere), la parola genocidio, ovvero distruzione di una nazione o di un gruppo etnico e, quindi, la negazione al diritto fondamentale dell’uomo: vivere. 2 Danielle Helbig, Jacqueline Martin, Michel Majoros, Documents sur le Génocide, Edition Luc Pire.

Anteprima della Tesi di Pasqualino Guarascio

Anteprima della tesi: Rwanda (Paese dalle mille Colline). I ricorsi di una ''distrazione'', Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Pasqualino Guarascio Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3888 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.