Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione delle risorse umane e i sistemi Erp: il caso Oracle Hr

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Oracle HRMS 9 2.2 Implementazione dei flexfields Il processo generale di implementazione e utilizzo dei flexfields si articola nelle seguenti fasi: 1. Pianificazione 2. Definizione 2.2.1 Pianificazione dei flexfields Come per l'implementazione di una nuova applicazione, la pianificazione è indubbiamente la fase più importante e probabilmente la più laboriosa dell'implementazione dei flexfields, e come tale richiede la massima attenzione. La fase di pianificazione può essere suddivisa in passaggi secondari ma strettamente correlati: 2.2.1.1 Scelta dei flexfields da implementare I prodotti Oracle Applications si basano su alcuni flexfields chiave che rappresentano la parte centrale delle applicazioni e che è necessario impostare. 2.2.1.2 Analisi di un flexfield specifico Poiché ciascun flexfield chiave e descrittivo ha una finalità diversa, è necessario conoscere esattamente tale finalità e i requisiti del flexfield da definire. 2.2.1.3 Pianificazione della struttura Per ciascun flexfield che si desidera implementare, è necessario pianificare una o più strutture di segmenti. È possibile personalizzare completamente l'aspetto della finestra popup del flexfield per ciascuna struttura, compresi il titolo e il numero, l'ordine, la lunghezza e i prompt dei segmenti. Gli elementi della finestra popup del flexfield, ad esempio il titolo o i prompt, possono essere modificati in qualsiasi momento, mentre una volta acquisiti i dati del flexfield, non è più possibile modificare il numero, l'ordine e la lunghezza massima dei segmenti. Pertanto, le strutture vanno pianificate attentamente anche in considerazione di esigenze future. 2.2.1.4 Pianificazione dei segmenti È necessario scegliere due lunghezze per ciascun segmento: la lunghezza visualizzata e la lunghezza massima. La lunghezza visualizzata è la lunghezza del segmento che l'utente vede nella finestra popup. Se la lunghezza visualizzata è minore della lunghezza massima, l'utente deve scorrere il segmento per visualizzare interamente il contenuto. 2.2.1.5 Pianificazione della convalida dei segmenti Pianificare la convalida di ciascun segmento. Identificare i tipi di valori che verranno utilizzati nei segmenti del flexfield. Queste scelte influiscono sull'impostazione dei valori e degli insiemi di valori.

Anteprima della Tesi di Cassio Izzo

Anteprima della tesi: La gestione delle risorse umane e i sistemi Erp: il caso Oracle Hr, Pagina 4

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Cassio Izzo Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6773 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.