Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Compressione object-based del segnale video mediante trasformata Wavelet

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1. CODIFICA VIDEO 10 tanti sottoinsiemi e far corrispondere ad ognuno di questi sottoinsieme un solo elemento nell’insieme di arrivo. La prima tecnica di quantizzazione qui descritta e´ la quantizzazione scala- re, Q, che ad ogni elemento x appartenente all’insieme < fa corrispondere un elemento yi appartenente ad un sottoinsieme C di R detto codebook: Q : x ∈ < −→ yi ∈ C ⊂ R (1.9) Si definisce Regione di decisione quel sottoinsieme Ri ⊂ < tale che ∀x ∈ Ri : Q(x) = yi. Le regioni sono tali da verificare le seguenti proprieta´: N⋃ i=1 Ri = < e Ri ⋂ Rj = ∅ con i 6= j (1.10) Si definisce, inoltre, il tasso di codifica R: R , log2N (1.11) dove N e´ il numero di elementi yi ∈ C. Oltre al tasso di codifica per poter descrivere completamente una tecnica di codifica lossy se ne deve valutare la distorsione D , E[(X −Q(X))2] = ∫ ∞ −∞ (x−Q(x))fX(x)dx (1.12) dove fX(x) e´ la densita´ di probabilita´ di x. Una quantizzazione viene detta regolare se verifica le seguente proprieta´: • Ri e´ un intervallo di estremi xi−1, xi: Ri = (xi−1, xi) • yi ∈ (xi−1, xi) L’esempio piu´ semplice di quantizzazione regolare e´ la quantizzazione uniforme, nella quale le Ri, anche dette celle di quantizzazione, sono tutti intervalli di di- mensioni uguali (eccetto per la prima e l’ultima cella10.). Inoltre, i livelli di resti- tuzione yi 11 coincidono con il centro di ciascun intervallo. Di conseguenza, se si fa eccezione per le due celle estreme, l’errore massimo che si puo´ ottenere e´ pari alla semidimensione cella. In seguito a quanto detto precedentemente, si potrebbe pensare che la migliore soluzione si ottiene diminuendo le dimensioni dell’inter- vallo. Tale soluzione, pero´, risulta errata in quanto oltre all’errore granulare12 10x0 = −∞ e xN = ∞ 11Fanno eccezione y1 e yn che appartengono ad intervalli di dimensione infinita. 12L’errore che si commette approssimando l’elemento appartenente ad un certa cella Ri (di dimensioni finite) con il livello di restituzione yi.

Anteprima della Tesi di Stefano Giugliano

Anteprima della tesi: Compressione object-based del segnale video mediante trasformata Wavelet, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Stefano Giugliano Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2912 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.