Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione organizzativa: teorie e condizioni di realizzazione nelle imprese italiane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

per attuare una comunicazione con rinnovati scopi. Invernizzi, infatti, sostiene la necessità di utilizzare la comunicazione nelle imprese per comprendere e rispondere repentinamente ai cambiamenti dell’ambiente esterno. Le forme comunicative descritte dall’autore tendono all’adesione ai valori e alle scelte aziendale da parte dei “pubblici” interni ed esterni. Nell’esplicare la definizione di comunicazione organizzativa Invernizzi non si sofferma mai sul ruolo che le attività comunicative possono avere per agevolare la partecipazione, di tutti i componenti dell’azienda, alla creazione della cultura e delle strategie. La mia riflessione circa le recenti interpretazioni della comunicazione d’impresa prenderà poi in esame il pensiero di Pier Luigi Amietta. Tale autore, presentando le dieci tesi sulla comunicazione, che comprendono gli aspetti comuni che si ritrovano costantemente nella comunicazione d’impresa, sostiene che i contenuti di quest’ultima corrispondono ai valori originari che l’organizzazione vuol far condividere ai componenti dell’azienda e agli attori esterni 1 . Amietta, riferendosi alle grandi organizzazioni, sostiene che tutti i valori che rientrano nella sfera personale o professionale non devono essere oggetto di comunicazione, non considerando, quindi, che i valori dei singoli componenti dell’impresa, implicitamente od esplicitamente, influenzeranno sempre l’operato degli stessi e di conseguenza la cultura dell’azienda. L’interpretazione, data dall’autore in questione, dell’atto comunicativo, inteso come processo per mettere in comune 1 Cfr. P. L. Amietta, Comunicare per apprendere. Dall’impresa-organizzazione all’impresa- comunicazione, Franco Angeli, Milano 1995, p. 56-57.

Anteprima della Tesi di Sara Ricci

Anteprima della tesi: La comunicazione organizzativa: teorie e condizioni di realizzazione nelle imprese italiane, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sara Ricci Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4922 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.