Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondazioni bancarie e attività culturali. Il caso Fondazione Cassamarca di Treviso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1.3 Le fondazioni In base alla definizione coniata dallo European Foundation Centre di Bruxelles, una fondazione è “un ente privato senza finalità di lucro con una propria sorgente di reddito che deriva normalmente - in Italia, necessariamente - da un patrimonio”. Questo ente, dotato di una propria organizzazione e di propri organi di governo, “usa le proprie risorse finanziarie per scopi educativi, culturali, religiosi, sociali o altri scopi di pubblica utilità, sia sostenendo persone ed enti (fondazione di erogazione), sia organizzando e gestendo direttamente i suoi programmi (fondazione operativa) 11 ”. Per quanto concerne specificamente la situazione italiana, interessante si rivela la definizione fornita dall’ACRI 12 , che, riprendendo la sopra citata denominazione dello European Foundation Centre, definisce le fondazioni quali: “Organizzazioni senza fine di lucro, dotate di un proprio patrimonio, impegnate in molteplici settori: assistenza, istruzione, ricerca scientifica, erogazioni premi e riconoscimenti, formazione, ecc.. La loro esistenza è prevista dal Codice civile e la loro struttura giuridica può variare a seconda del tipo di fondazione che viene costituita ed è facoltativa la richiesta del riconoscimento che, comunque, può essere ministeriale o regionale o delle province autonome. Una fondazione è costituita da un fondatore - inteso anche come più persone congiuntamente ovvero una persona giuridica - tramite un atto pubblico o una disposizione testamentaria; la costituzione dell'ente deve essere sancita da un notaio tramite l'atto di fondazione, mentre per poter operare necessita di un riconoscimento giuridico che sottopone tutti gli atti della fondazione al controllo di legittimità di un'apposita autorità vigilante (secondo le disposizioni dell’art. 12 e seguenti del Codice Civile, poi 11 Definizione tratta dalla voce di glossario “Fondazioni” del sito dell’ACRI www.acri.it. 12 Definizione tratta anch’essa dalla voce di glossario “Fondazioni” dell’ACRI del sito www.acri.it.

Anteprima della Tesi di Arianna Miazzo

Anteprima della tesi: Fondazioni bancarie e attività culturali. Il caso Fondazione Cassamarca di Treviso, Pagina 12

Laurea liv.I

Facoltà: Economia e conservazione dei beni culturali

Autore: Arianna Miazzo Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5011 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.