Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondazioni bancarie e attività culturali. Il caso Fondazione Cassamarca di Treviso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Dal punto di vista tributario, invece, gli istituti nonprofit possono essere "enti non commerciali" o "ONLUS" (organizzazioni non lucrative di utilità sociali) disciplinati dal DPR 917/86, Testo Unico delle imposte dirette e dal decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460 o, in alcuni casi, enti commerciali. Dal punto di vista economico-aziendale le aziende nonprofit vengono considerate con maggiore unitarietà: esse, infatti, sono classificate o come aziende private di sola erogazione (cosiddette aziende nonprofit “pure”), oppure, come aziende sia di erogazione che di produzione (aziende nonprofit “composte”) 8 . Entrambi i tipi di istituzioni hanno come finalità prevalente il soddisfacimento diretto di bisogni socialmente rilevanti (assistenziali, culturali, ricreativi, sportivi, di natura ideale, ecc.), rispetto a cui la massimizzazione del reddito costituisce soltanto una finalità secondaria, strumentale rispetto al raggiungimento della prima. Mentre nell’impresa il perseguimento di situazioni di eccedenza dei ricavi sui costi rappresenta l'obiettivo guida di tutta l'attività, nei suddetti istituti, questo costituisce esclusivamente il presupposto che consente agli stessi di perseguire nel tempo le finalità sociali in condizioni di autonomia economica. Anche in queste aziende, tuttavia, la soddisfazione delle condizioni di equilibrio economico costituisce premessa indispensabile per garantire nel tempo la continuità aziendale e la realizzazione dei fini per i quali l’azienda nonprofit è stata istituita. Gli istituti che operano nel terzo settore si distinguono dalle famiglie in quanto non sono istituti naturali, dagli istituti della pubblica amministrazione in quanto non basano la propria attività sulla raccolta di 8 Si confronti il Documento di presentazione di un sistema rappresentativo dei risultati di sintesi delle organizzazioni nonprofit, realizzato nel febbraio 2001 dalla Commissione aziende nonprofit, istituita e formata dal Consiglio Nazionale dottori commercialisti, e Economia aziendale, di G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda, edizione Il Mulino, Milano, 1994.

Anteprima della Tesi di Arianna Miazzo

Anteprima della tesi: Fondazioni bancarie e attività culturali. Il caso Fondazione Cassamarca di Treviso, Pagina 8

Laurea liv.I

Facoltà: Economia e conservazione dei beni culturali

Autore: Arianna Miazzo Contatta »

Composta da 221 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5011 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.