Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il concetto di guerra in Graziano e Tommaso d'Aquino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

II. Bellum nell’Antico e Nuovo Testamento Il tema della guerra rimane senza dubbio la fonte di maggiori perplessità per il moderno lettore della Sacra Scrittura: la verità narrata nell’Antico Testamento nella maggior parte dei casi si risolve nella narrazione di imprese belliche e spedizioni militari simili a quelle di ogni altra epopea eroica. Tradizionalmente per il popolo ebreo, infatti, la guerra aveva un carattere sacro ed era guidata dalla mano di Dio, che “era un dio di guerra che aveva in comune con gli altri dèi guerrieri semiti la qualità dello scatenare, insieme ad altre armi divine, venti e tempeste, tuoni e fulmini, in aiuto alle genti poste sotto la sua protezione” 1 . Al pari degli altri dèi aveva la facoltà di dirigere il corso degli eventi, come nella guerra tra Giosuè e Amalech: se Mosè teneva in alto le mani, gesto dell’invocazione per la protezione divina, Giosuè vinceva; in caso contrario vinceva Amalech 2 . “Il SIGNORE è un guerriero, il suo nome è il SIGNORE.” 3 : questo grido di Mosè in saluto a Dio dopo essere scampati dagli inseguitori egiziani, inghiottiti nel Mar Rosso, riassume bene il carattere guerriero di Yahweh, in questo non diverso dalle divinità mesopotamiche o assire. Dio è quindi sempre al fianco degli uomini che combattono in suo nome 1 Partner, p. XIII 2 cumque levaret Moses manus vincebat Israhel sin autem paululum remisisset superabat Amalech (Esodo 17,11). Per i rimandi alla Sacra Bibbia ho utilizzato Biblia Sacra Iuxta Vulgatam Versionem. Stuttgart: Deutsche Bibelgesellaschaft, 1969; per la traduzione La Sacra Bibbia nella versione riveduta sui testi originali. Ginevra-Genova: Casa della Bibbia, 1961 3 Dominus quasi vir pugnator Omnipotens nomen eius (Esodo 15,3)

Anteprima della Tesi di Elisa Zanoli

Anteprima della tesi: Il concetto di guerra in Graziano e Tommaso d'Aquino, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elisa Zanoli Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3082 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.