Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I disastri ambientali sui media: il caso delle petroliere (1976-2001)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Introduzione 1. Dichiarazione programmatica Parlando di informazione su carta stampata, ho soltanto una certezza: nessuno può indicare ai quotidiani cosa devono pubblicare, ma chiunque può mostrare cosa essi non dicono e di conseguenza cosa potrebbero dire. Ho da sempre riservato molta attenzione alle “questioni ambientali”, soprattutto alla possibilità di fruire di quanto offerto dalla biosfera producendo su di essa un impatto sostenibile. Conseguentemente ho sempre ritenuto l’osservazione delle terribili implicazioni ambientali, che hanno le attività antropiche, come il punto di partenza verso il progresso umano: il disastro ambientale o “human-made” è in un certo senso la spettacolarizzazione cerimoniale del mutamento puntiforme che, spesso inconsapevolmente, ciascuno impartisce all’ambiente inteso nella sua globalità. Secondo la mia logica, questi terribili avvenimenti dovrebbero attualizzare le riflessioni della “scimmia nuda”, animale razionale, in merito all’ecosistema in cui è inserita. In queste riflessioni preliminari uso il condizionale per marcare una netta distinzione fra la connotazione etica, di cui io informo la questione ambientale, e il carattere rigoroso, che intendo dare alla mia analisi. Come produrre esiti difficilmente controvertibili? Personalmente individuo la risposta al dilemma nell’uso dell’autorità altrui, della moltiplicazione dei punti di vista e soprattutto della ragione, ferma restando l’accettazione della fallibilità dell’analista. Questa dichiarazione programmatica non precluderà tuttavia il ricorso a un’ironia che non invalidi i risultati e l’esposizione di considerazioni personali, opportunamente segnalate come tali.

Anteprima della Tesi di Stefano Origlia

Anteprima della tesi: I disastri ambientali sui media: il caso delle petroliere (1976-2001), Pagina 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Stefano Origlia Contatta »

Composta da 104 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3982 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.