Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dalla Goulue a Mistinguett, viaggio intorno al Moulin Rouge

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

piegava con benevolenza su di una povera mendicante e i suoi bambini . Quando si parla di Belle Epoque ci vengono subito in mente la spensieratezza e gli agi di quei tempi e soprattutto di coloro che ebbero i mezzi per godersela . Ma era davvero così ? Come abbiamo visto in precedenza le regole che la vita mondana imponeva erano tante e rigide e ci stupisce che il borghese non si sentisse come prigioniero in una gabbia dorata :”Era necessario lasciare il proprio biglietto da visita in una serie di posti, fare delle visite , assistere a tutti i matrimoni e a tutti i funerali essere visti a tutti i concorsi ippici , all’opera , alle corse alle esposizioni , alle vendite di beneficenza , ogni volta con un abito diverso . “Un’attività così meccanica portava i più mondani verso ciò che noi oggi chiameremmo una forma di alienazione una perdita di personalità, facendone col tempo pressappoco delle caricature” 13 . Sem ,uno dei più geniali caricaturisti dell’epoca , implacabile soprattutto con i personaggi femminili della mondanità parigina , ci mostra appunto gli atteggiamenti grotteschi , i tic , le facce divenute quasi maschere di questa paradossale società . La donna borghese ( se era abbastanza intelligente e di buon gusto ) , occupava il suo tempo presiedendo dei salotti culturali , vere e proprie istituzioni del tempo . Vi erano vari tipi di salotti : da quelli artistici ( meno chics ) , a quelli musicali , a quelli intellettuali . In ognuno di questi vi era un accademico del settore che dava maggior credibilità al salotto in questione . Tra i salotti più frequentati c’era quello di Madame Arman de Caillavet : “Che faceva mostra di Anatole France come di una bestia rara” 14 ; Madame de Loynes , Madame Menard - Dorian ( l’una che faceva politica di destra , l’altra di sinistra ) ; il celebre quanto discusso salotto saffico dell’americana Nathalie Barney . Le abitazioni di queste signore erano un tripudio di mobili antichi e cianfrusaglie . L’arte contemporanea era bandita poiché la gente bene voleva : 13 Ivi, pag. 94 14 Ibidem

Anteprima della Tesi di Laura Lemmetti

Anteprima della tesi: Dalla Goulue a Mistinguett, viaggio intorno al Moulin Rouge, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Laura Lemmetti Contatta »

Composta da 226 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8900 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.