Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie di diversificazione nell'era digitale: il caso Poligrafica San Faustino

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione In prima battuta, osservare casi di aziende operanti in settori completamente diversi che operano strategie di diversificazione verso settori legati alle tecnologie digitali fa sorgere il dubbio che molti comportamenti siano dettati da mode manageriali più che dall’effettiva ricerca della creazione di valore per l’azienda. Le motivazioni per comportamenti dettati dalla moda più che dalle effettive esigenze aziendali in realtà esistono. I manager possono restare affascinati dalle potenzialità dell’economia digitale, enfatizzate dai media e dalla comunità economica internazionale, spingendosi quindi in strategie dettate più dal timore di restare esclusi dal nuovo modello che dall’effettiva ricerca del valore per l’azienda. Il comportamento dei concorrenti può costituire una sollecitazione a seguirne le mosse, creando un effetto a catena imposto dalla necessità di non perdere colpi nei loro confronti. Per le aziende quotate in borsa può esistere un incentivo ulteriore, dato dai mercati finanziari internazionali che premiano con multipli borsistici più elevati le aziende in qualche modo legate al modello digitale. Questo fattore può costituire per i manager un espediente per far salire i corsi azionari dell’azienda che dirigono. Nella convinzione che le mode manageriali non possano costituire un fattore valido per le scelte aziendali e mediante l’osservazione dei risultati delle aziende, che propongono evidenti casi di successo di strategie diversificative, il lavoro cerca di comprendere se il nuovo modello dell’economia digitale comporta nuove opportunità e nuove logiche per la strategia di diversificazione. In particolare, si intende verificare se esistono delle regole precise che permettono alle aziende di attuare una strategia di diversificazione vincente, che consenta di creare valore a livello corporate.

Anteprima della Tesi di Marco Spranzi

Anteprima della tesi: Strategie di diversificazione nell'era digitale: il caso Poligrafica San Faustino, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Spranzi Contatta »

Composta da 275 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2926 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.