Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La stipulazione dei contratti on-line

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 sono riuscite ad avere macchine più veloci, più affidabili, di dimensioni ridotte e meno costose, che hanno permesso di superare alcuni limiti legati alla generazione precedente, quando gli elaboratori erano generalmente costruiti “su misu- ra”, per poter essere impiegati ad uso esclusivamente scienti- fico e commerciale. Gli anni ’70 hanno segnato la svolta decisiva nel campo dell’informatica: all’interno di istituti scientifici, aziende e pubbliche amministrazioni, gli elaboratori elettronici sono ormai diventati strumenti di lavoro di uso comune. Proprio in quegli anni inoltre ha visto la luce il primo “personal compu- ter” (o Pc), prodotto dalla Apple e destinato ancora una volta a mutare il ruolo dell’elaboratore elettronico nella vita socia- le. L’ingresso, nel decennio successivo, dei grandi colossi in- dustriali (Intel, IBM, e la stessa Apple) nella produzione in serie dei personal computers ha comportato la diffusione di massa degli stumenti informatici e quindi la loro definitiva affermazione a livello mondiale. Queste le tappe fondamentali della c.d. “rivoluzione informa- tica”, paragonata per l’enorme impatto sociale che ha provo- cato, alla seconda rivoluzione industriale; la prepotente irru-

Anteprima della Tesi di Gabriele Brocchi

Anteprima della tesi: La stipulazione dei contratti on-line, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gabriele Brocchi Contatta »

Composta da 201 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2266 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.