Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'area protetta quale laboratorio di sostenibilità: il caso dell'istituendo Parco del Carso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 1 SVILUPPO SOSTENIBILE E PARCHI 1.1 Introduzione Potrebbe essere molto interessante cercare di capire quale rapporto sia oggi instaurabile tra il concetto di sviluppo sostenibile e quegli strumenti istituzionali che rientrano nelle definizioni di “parco” e “riserva naturale”. Il primo aspetto che va sottolineato è che si tratta di argomenti per i quali le considerazioni da svolgere e le definizioni da dare mutano continuamente nel tempo. Pochi grandi temi, infatti, come quello del rapporto dell’uomo con l’ambiente, si arricchiscono ogni giorno di nuove problematiche e di nuove soluzioni 1 . In realtà, parlando di sviluppo sostenibile, benché il riferimento all’ambiente sembri quello più scontato e immediato, va sicuramente colta una visione di più ampio respiro. Lo si può intuire già dalla definizione “ufficiale”, che appare nel famoso “Rapporto Brundtland”, redatto nel 1987 da un’apposita commissione delle Nazione Unite. Lo sviluppo sostenibile è definito come “…lo sviluppo capace di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri”. Ma lo si nota meglio dalle definizioni più recenti, che parlano di uno “sviluppo capace di garantire nel tempo il soddisfacimento dei bisogni dell’intera società umana, compatibilmente con le capacità di carico del sistema ambientale” (Ecoistituto, 1998, p.16). Da questa visione traspare come non ci si possa limitare ad una sola dimensione, quella strettamente ambientale, ma si debba fare riferimento ad uno sviluppo che sia sostenibile anche dal punto di vista economico e sociale 2 . 1 Il rapporto uomo-ambiente è stato lungamente e variamente studiato dalla geografia, così come da altre discipline. Per eventuali approfondimenti si veda, p.es., Tinacci Mossello (1990). 2 Si definiscono così i concetti di “equità inter-generazionale” (pari opportunità per le generazioni oggi viventi e per quelle future) e di “equità infra-generazionale” (pari accesso alle risorse per tutti i gruppi umani oggi viventi, senza distinzione rispetto al Paese o alla regione in cui vivono).

Anteprima della Tesi di Mauro Carli

Anteprima della tesi: L'area protetta quale laboratorio di sostenibilità: il caso dell'istituendo Parco del Carso, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mauro Carli Contatta »

Composta da 126 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2114 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.