Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Rassegna critica sulle modalità di accesso alla wireless internet

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 ricezione adottando quelle dell�abbonato che sta entrando nella cella . Questa operazione � chiamata cell handoff. 2.1.1 ACCESSO ALLA RETE E FREQUENZE AMPS � una tecnologia di accesso analogica che si basa sull�uso della tecnica FDMA(Frequency Division Multiple Access), nella quale l�ampiezza di banda assegnata al sistema AMPS viene suddivisa in pi� canali. Suddividendo le frequenze disponibili in sottocanali � possibile supportare pi� conversazioni per cella. Qui i vincoli principali sono dati dall�ampiezza di banda necessaria per ogni canale, che, definiscono il numero totale di canali disponibili all�interno di una cella. Per quanto riguarda la frequenza, inizialmente la commissione FCC ha allocato un totale di 40 MHz nella banda degli 800 MHz per l�utilizzo da parte dei fornitori A e B. Per motivi di sicurezza e per garantire un certo margine di crescita nel caso in cui lo spettro di frequenza di 40 MHz si dimostrasse insufficiente, la commissione FCC ha anche riservato ulteriori 10 MHz di frequenza. Tuttavia questa frequenza riservata, allocata nel 1986 ai fornitori A e B non era contigua rispetto alle altre frequenze. Il risultato di questa allocazione delle frequenze sviluppata in due fasi ha fatto si che ognuno dei fornitori A e B avesse a disposizione un�ampiezza di banda di 25 MHz. Ad ogni canale vocale veniva allocata una porzione di 30 KHz dell�ampiezza di banda AMPS. Poich� ogni fornitore ha 25 MHz dello spettro delle frequenze, questo ha portato alla disponibilit� di 25 MHz/30 KHz, ovvero 832 canali cellulari. Poich� i 25 MHz sono suddivisi in porzioni utilizzate per le due vie delle comunicazioni (abbonato-centrale e centrale-abbonato), 832 canali in realt� possono garantire 416 conversazioni full-duplex per ogni operatore cellulare all�interno di una cella. Ma poich�, per evitare interferenze fra le celle, due celle contigue non possono usare le stesse frequenze, in realt� 416 conversazioni full- duplex rappresentano un massimo teorico. In AMPS viene impiegata uno schema a sette celle, ovvero le frequenze disponibili vengono suddivise fra sette celle. Questo significa che, in media, ogni cella ha un settimo dei canali totali disponibili.

Anteprima della Tesi di Stefano Bianchi

Anteprima della tesi: Rassegna critica sulle modalità di accesso alla wireless internet, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Stefano Bianchi Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 762 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.