Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I diritti del convivente more uxorio: la disciplina normativa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 erosione della famiglia fondata sul matrimonio. Gran parte della dottrina critica questa tesi, rifuggendo l’idea che dare una qualche regolamentazione alle convivenze senza matrimonio peggiorerebbe la situazione della famiglia legittima, né d’altra parte avrebbe ripercussioni sull’evoluzione sociale del costume 20 . Le convivenza more uxorio, infatti, non è più condannata in quanto «condizione di peccato» 21 o «deviant phenomenom» 22 e negare una sua rilevanza nel nostro ordinamento sembra ormai non giustificabile, in considerazione della trasformazione sociale del Paese. Un’evoluzione sociale che è possibile riscontrare anche nel mutato atteggiamento della giurisprudenza, che nel dare rilevanza alle convivenze fuori del matrimonio usa indifferentemente le locuzioni “convivenza more uxorio” e “famiglia di fatto”, che 20 F. GAZZONI, Dal concubinato alla famiglia di fatto, cit., p. 10. L’Autore individua nel divorzio il vero pericolo per l’istituzione familiare e non le convivenze fuori del matrimonio. 21 M. DOGLIOTTI, Famiglia di fatto: condizione di peccato o formazione meritevole di tutela? in Dir. fam. pers., 1978, p. 1462 ss. 22 V. FRANCESCHELLI, La famiglia di fatto da «deviant phenomenom» a istituzione sociale (a proposito di un recente convegno), in Dir. fam. pers., 1980, p. 1275 ss.

Anteprima della Tesi di Anita Tiberino

Anteprima della tesi: I diritti del convivente more uxorio: la disciplina normativa, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Anita Tiberino Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6338 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.