Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio elettronico business to business

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV - VANTAGGI E PROBLEMI RISOLTI: Il commercio elettronico business-to- business può portare numerosi vantaggi tanto alle imprese fornitrici che acquirenti, come pure al funzionamento del mercato in generale. Per quanto riguarda i fornitori, due immediate conseguenze del commercio elettronico sono l'aumentata visibilità degli stessi e la facilità con cui le imprese acquirenti possono confrontare le loro offerte. Questo significa che i fornitori potranno espandere notevolmente il numero di clienti potenzialmente interessati alla loro offerta, ma dovranno anche far fronte ad una aumentata competizione. Quest'ultima non si giocherà comunque solo sul prezzo: entrare nell'e-business non porterà un'automatica ed indiscriminata compressione al minimo dei margini, ma solo un continuo miglioramento delle performance medie. Vi sono poi casi in cui i fornitori possono sfruttare la maggiore visibilità, e quindi i maggiori potenziali acquirenti, per spuntare prezzi più alti (ricorrendo ad esempio alle aste). Tra i principali vantaggi è possibile indicare: aggregazione dei piccoli ordini; minori costi per acquisire nuovi clienti; economicità dell'ordinazione che genera più transazioni; minori costi di vendita; vendita anonima delle eccedenze di magazzino; funzioni di market intelligence; collaborazione online tra fornitori e acquirenti; aumento in alcuni casi dei prezzi di vendita. Per le imprese acquirenti il principale vantaggio è ovviamente quello della maggiore trasparenza, che permette loro di accedere all'offerta di prodotti più economici, di migliore qualità e disponibili in tempi più brevi. Gli altri vantaggi principali sono: il rafforzamento delle politiche corporate; il controllo degli acquisti individuali; notevole riduzione dei costi amministrativi; misurazione delle prestazioni del fornitore; mercato delle dismissioni; riduzione delle duplicazioni. Per quanto riguarda il funzionamento del mercato in generale, è possibile sottolineare come la maggiore trasparenza e la possibilità di instaurare ed interrompere con maggiore facilità e minori costi i rapporti di fornitura porterà sicuramente al miglioramento dell'efficienza complessiva. E' importante però ricordare come vi siano diverse categorie di acquisti; la distinzione che nel lavoro si è seguita è quella tra acquisti di materiali diretti (o strategici) e indiretti (o prodotti MRO). Dalle ricerche condotte sul mercato quello che emerge è che saranno soprattutto i secondi a beneficiare del Web, mentre i primi, che rappresentano una voce di costo più significativa ed hanno una maggiore volatilità di prezzo, di disponibilità e di domanda, tarderanno ad essere negoziati sul Web. D'altro canto gli acquisti dei beni MRO, tradizionalmente gestiti con processi manuali e che vedono l'impresa interagire anche con

Anteprima della Tesi di Simone Infantino

Anteprima della tesi: Il commercio elettronico business to business, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Simone Infantino Contatta »

Composta da 268 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4223 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.