Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bilancio energetico della regione Puglia: luci ed ombre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

- 4 - L’elettricità, come già detto, occupa una posizione particolare tra le fonti poiché non rappresenta una fonte di energia primaria, ma in essa vengono trasformate molte fonti di energia: combustibili fossili, nucleare, idroelettrico, geotermico e altre rinnovabili. 1.2 ENERGIA E SVILUPPO Nella storia dell’uomo l’energia ha rappresentato un indispensabile fattore di sviluppo, ed ha comportato trasformazioni radicali sia in ambito economico che sociale. Nella società moderna il consumo di energia costituisce un aspetto dominante per delineare il livello di sviluppo di un’economia. Infatti, la disponibilità di energia è considerata indice del progresso civile ed industriale di un paese. A sua volta in un paese economicamente ricco si dovrebbe avere un’efficienza energetica rilevante (cosa che non sempre accade), simbolo di un’adeguata organizzazione energetica. Da quanto detto risulta l’interrelazione esistente tra energia e livello economico, e di conseguenza ne risulta influenzata anche la sfera sociale di una società. Dopo il secondo conflitto mondiale, l’economia dei Paesi più industrializzati ha raggiunto un livello di ricchezza senza precedenti, e con essa c’è stato un boom dei consumi energetici.

Anteprima della Tesi di Gianvito Dongiovanni

Anteprima della tesi: Bilancio energetico della regione Puglia: luci ed ombre, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gianvito Dongiovanni Contatta »

Composta da 174 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1449 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.