Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli aspetti economici dell'impresa cooperativa e le sue potenzialità di sviluppo nel Mezzogiorno: il caso della cooperativa ''Giustizia e libertà''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 lavoro a disoccupati impiegandoli in opere pubbliche. Verso la seconda metà del XIX secolo in Francia si svilupparono anche le cooperative agricole, che favorivano i soci nei processi di trasformazione e commercializzazione dei prodotti. A sostegno di tali cooperative si istituirono gli istituti di credito agrario preposti al finanziamento delle suddette attività. L’insorgere di questi istituti trova un primo sviluppo in Germania, dove nacquero due forme di credito cooperativo: le “banche popolari” basate sulla responsabilità solidale dei soci, e le “casse rurali” costituite su iniziativa di Raiffesen 5 . Queste ultime, a differenza delle banche popolari, finanziavano il credito a medio-lungo termine e contribuirono enormemente alla repressione dell’usura nell’ambito della compravendita del bestiame, acquistando lo stesso per i soci e diventandone proprietari fino a quando il socio non avesse onorato il debito. Le banche popolari, più orientate al breve termine, furono promosse da un magistrato di orientamento liberale, Hermann Schultze-Delitzsch. La prima cooperativa di credito sorse nel 1850 e nell’arco di una decina di anni raggiunsero il numero di 111 banche popolari 6 . Queste erano costituite tramite i conferimenti dei soci, consistenti nei mezzi necessari all’attività d’impresa, nonché l’obbligo degli stessi di rispondere agli impegni assunti limitatamente alla quota conferita. L’orientamento al breve termine era incompatibile con le esigenze del credito agrario, pertanto fu nominata una commissione per affrontare il problema. Fu deciso, quindi, di costituire casse di risparmio per la piccola agricoltura, società mutualistiche tra i contadini e associazioni per tutelare il bestiame contro le malattie infettive. Se la Germania può essere considerata la patria delle cooperative di credito, in altri Paesi, come la Svizzera, presero piede una serie di cooperative di consumo di stampo rochdaliano, oltre a quelle di trasformazione di prodotti caseari, agricoli, latteari. 5 Muzzioli G., (1999), op. cit. 6 Sul tema si veda Mangili F., (1883), Il credito agrario. Citato in Muzzioli G., op.cit.

Anteprima della Tesi di Rita Stoto

Anteprima della tesi: Gli aspetti economici dell'impresa cooperativa e le sue potenzialità di sviluppo nel Mezzogiorno: il caso della cooperativa ''Giustizia e libertà'', Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Rita Stoto Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2782 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.