Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Licenziamento illegittimo e tutela reale. Aspetti di diritto comparato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 fu l’incompletezza, in quanto a tali premesse non seguivano idonee sanzioni. La possibilità in capo all’imprenditore in ultima analisi di optare per il pagamento dell’indennità, in luogo dell’effettiva reintegrazione nel posto di lavoro, dimostrava che il legislatore aveva altresì inteso proteggere l’interesse del recedente (leggi l’imprenditore) alla risoluzione del rapporto di lavoro, tanto che si giunse ad affermare che la legge aveva soltanto parzialmente modificato la situazione preesistente, avendo l’esperienza dei lodi arbitrali ampiamente dimostrato che ben rari erano i casi di licenziamento formalmente immotivato, e che peraltro la frequente insussistenza dei motivi addotti celavano una libertà ancora illimitata di recesso. Ma ciò non deve distogliere l’attenzione dalle profonde innovazioni apportate dalla legge in esame al diritto previgente: non solo il mutamento di prospettiva da cui si considera l’illegittimità del licenziamento (non più ex post come in precedenza, ove si individuavano limiti al potere di recesso in capo al datore in un momento successivo, mediante il sindacato susseguente all’atto di recesso, bensì ex ante, mediante una tipizzazione del giustificato motivo), ma soprattutto mediante la nuova configurazione del licenziamento. Con l’art. 1 della legge 604, infatti, il licenziamento passa dall’essere un negozio “astratto” a un negozio “causale”, poiché, se l’interesse protetto dalla disciplina codicistica era la temporaneità del vincolo ottenuta mediante la garanzia del nutus, ora tale interesse viene contemperato con quello, contrapposto, della conservazione del rapporto di lavoro in capo al lavoratore stesso 23 . 23 Così ZANGARI, Licenziamento, op. cit., p. 654

Anteprima della Tesi di Massimo Giannetto

Anteprima della tesi: Licenziamento illegittimo e tutela reale. Aspetti di diritto comparato, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Massimo Giannetto Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6555 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.