Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Confronto tra metodi di rilevazione in un'indagine sulla percezione della pericolosità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Siamo tutti coinvolti sia come persone singole che come individui appartenenti ad un sistema sociale. Alimenti dannosi alla salute e geneticamente modificati; confini sempre più ampi della ricerca scientifica fin oltre un’ etica della vita umana; fenomeni d’inquinamento e di catastrofi naturali che diventano sempre più consistenti e, forse, da temere e quindi in grado di far allarmare; quartieri cittadini sempre meno sicuri in fatto di traffico e di criminalità; relazioni socio affettive sempre più problematiche e complesse; l’allarme derivante dal possesso di armi nucleari; preoccupazioni legate all’Italia e al suo andamento politico, economico, sociale e culturale. Il mondo in cui viviamo è denso di pericoli e lo percepiamo tutti, ma non tutti allo stesso modo. La tesi si propone di effettuare un confronto tra la valutazione che un campione di individui della popolazione romana attribuisce al proprio senso di rischio e di insicurezza di fronte a due diversi modi di condurre la rilevazione: per intervista telefonica, in cui il rispondente ascolta le possibili risposte, ma non ha

Anteprima della Tesi di Alessandra Gizzi

Anteprima della tesi: Confronto tra metodi di rilevazione in un'indagine sulla percezione della pericolosità, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Statistiche

Autore: Alessandra Gizzi Contatta »

Composta da 171 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1525 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.