Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Information and communication technologies e turismo. Destination management system ed aree naturali protette

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 comunicazione e di prenotazione automatizzati, sono in grado di costruire pacchetti personalizzati in tempi molto brevi; il diffondersi di norme internazionali di assicurazione della qualità intesa come rispetto di standard igienico-sanitari, di sicurezza, di livello di ricettività e di trasporto riducendo così il timore del turista nei confronti di destinazioni non abituali; la semplificazione delle procedure di pagamento e delle procedure burocratiche. Il combinarsi di tutti questi elementi ha determinato il globalizzarsi del mercato turistico ponendo in diretta competizione destinazioni che precedentemente erano del tutto indipendenti. Un caso per tutti è dato dalla crisi che le blasonate destinazioni dell’Europa - meta turistica con i maggiori flussi al mondo - stanno subendo, per il fatto che si sono affidate eccessivamente a quello “zoccolo duro” di turismo garantito. Specie in Italia, il patrimonio artistico culturale presente, ha determinato negli anni un flusso elevato e costante di visitatori, per il quale era sufficiente rispondere anche con una offerta mediocre. Nuove destinazioni, più elastiche, più dinamiche, di elevata qualità e più orientate verso l’utilizzazione delle nuove tecnologie, sono oggi in diretta concorrenza, e vincenti, rispetto alle destinazioni tradizionali proprio per i motivi sopra considerati. La capacità di attrarre turisti, così come anche la capacità di rimanere competitivi, diventa sempre più difficile. La competizione è resa ancor più difficoltosa per quelle località il cui tessuto economico è composto da imprese di piccola e media dimensione. Queste, singolarmente, non sono in grado di garantire un livello di competitività se paragonate alle capacità organizzative e gestionali ed alle possibilità di usufruire di economie di scala che avvantaggiano, nella competizione, le grandi imprese multinazionali (ad esempio le grandi catene alberghiere). Rimanere competitivi e continuare ad attrarre turisti diventa sempre più difficile. Queste considerazioni fanno sì che l’offerta turistica debba essere considerata nella dimensione della destinazione nel suo insieme piuttosto che di singolo operatore 10 . La competizione è pertanto da intendersi come spostata da un livello micro, dove la lotta competitiva avviene tra singole unità che offrono prodotti e servizi turistici all’interno di una località, ad un livello macro dove il confronto competitivo avviene tra sistemi-paese, aree geografiche e singole località o destinazioni turistiche. In questi termini il confronto si gioca sulla base dei fattori di attrattiva 11 che ogni località turistica è in grado di esercitare. 10 Travis A.S., Tourism Destination Area Development, in WittS.F., Moutinho L. (Editors) Tourism Marketing and Managenemt Handbook, New York, Prentice Hall, 1994. 11 Per fattore d’attrattiva deve intendersi qualsiasi elemento a cui il turista, in base alla sua cultura e personalità, attribuisce valore e pertanto costituisce oggetto della sua domanda. Grasso M., Le imprese di viaggio, FrancoAngeli, 1997, p. 14.

Anteprima della Tesi di Alessio Mazzarulli

Anteprima della tesi: Information and communication technologies e turismo. Destination management system ed aree naturali protette, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessio Mazzarulli Contatta »

Composta da 261 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6530 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.