Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Capitolo 2. Teorie classiche sulla massa Lo studio delle masse nasce nel secolo scorso, quando il fenomeno delle grandi masse urbane e suburbane assume dimensioni eccezionali. Le grandi masse considerate sono quelle dei manifestanti e degli operai in lotta contro la propria precaria situazione economica; lo scenario è quello della grande industrializzazione tra il XIX e il XX secolo, degli inurbamenti e degli accesi conflitti sociali in Europa e in Nord America. Il comportamento delle folle non era visto però come il prodotto di una situazione da storicizzare, ma diventava un qualcosa di reale che poteva esser alternativamente attribuito alla natura individuale o ad una mente collettiva. Possiamo classificare gli studi precedenti la teoria della categorizzazione di sé in tre gruppi: 1) i pre-sperimentalisti (Le Bon ,McDougall e Freud), 2) i sostenitori dell’individualismo (maggior esponente fu Floyd Allport) e 3) gli psicologi sociali cognitivi (Sherif, Asch e Lewin).

Anteprima della Tesi di Marco Celant

Anteprima della tesi: Processi di depersonalizzazione in un contesto di massa, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Marco Celant Contatta »

Composta da 124 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5950 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.