Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problemi etici connessi alle biotecnologie: l'ambivalenza di Faust

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 proteina cellulare può, sotto certe circostanze, essere replicativa e dare origine a malattie neurologiche infettive.” 2 Le biotecnologie 3 sono tecnologie che utilizzano processi biologici e che esistono da quando esiste la civiltà umana e da quando l’uomo ha cominciato ad utilizzare, in modo razionale, ciò che aveva intorno a sé. Basta pensare ai Sumeri che producevano, si dice, una bevanda molto simile alla birra, ottenuta dal lievito fatto crescere in un mosto estratto dall’orzo. 4 La clonazione, intesa come processo naturale, diversa dalla clonazione 5 ottenuta artificialmente, è stata sempre utilizzata dall’uomo con le piante (talee) e fu compiuta in 2 G. TAMINO e F.PRATESI, Ladri di geni, 2001 Editori Riuniti, pag.19. 3 Tecniche che utilizzano un organismo (o una parte di esso) per realizzare prodotti, modificare le caratteristiche di piante e animali, sviluppare microrganismi adatti a specifici scopi. Appartengono, per esempio all’area delle biotecnologie le manipolazioni di determinati batteri per produrre biologicamente antibiotici, ormoni, enzimi; oppure gli interventi di ingegneria genetica sul genoma di organismi superiori, vegetali o animali, per prevenire e curare malattie o migliorarne la proprietà; spesso il termine biotecnologie viene associato proprio all’ingegneria genetica, in particolare alla tecnica del DNA ricombinante. Per ulteriore approfondimento cfr. www.assobiotec.it. 4 G. LA MONICA, Gli alimenti geneticamente modificati – Luci ed ombre, in G. RUSSO (a cura di), Famiglia, procreazione e nuove frontiere della genetica. Atti del Simposio del 4 maggio 2001, Coop. S. Tom, 2001, pag. 95. 5 Moltiplicazione di un organismo attraverso le sue cellule somatiche secondo un processo non sessuale che dà origine ad una discendenza in tutto identica al progenitore. Oppure: ottenimento di molte copie di una molecola di DNA inserita in un ospite vivente, da Atlanti Scientifici Giunti, op. cit., pag. 90.

Anteprima della Tesi di Rita Ristagno

Anteprima della tesi: Problemi etici connessi alle biotecnologie: l'ambivalenza di Faust, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rita Ristagno Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6091 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.