Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Problemi etici connessi alle biotecnologie: l'ambivalenza di Faust

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 organismi semplici come le rane, o altri anfibi, già quaranta anni fa. “Se prendete un buon dizionario, troverete che il termine clonazione indica la riproduzione agamica (“senza nozze” e cioè senza l’unione di due gameti maschili e femminili) naturale o artificiale di entità biologiche identiche tra loro…. “Clone” significa “germoglio” e la più nota forma di clonazione è la propagazione delle piante per mezzo di talee. Anche la formazione di gemelli è una forma di clonazione naturale e lo è anche lo stesso processo di replicazione delle cellule….Negli organismi superiori un clone può essere ottenuto per via artificiale in due modi: - scissione embrionale 6 ; - procedura utilizzata per clonare la pecora Dolly.” 7 Quindi la differenza sostanziale tra biotecnologie moderne e antiche tecniche consiste nel fatto che in queste ultime – in quanto processi naturali – ci si limitava alla semplice 6 Riproduce la gemellazione naturale. 7 Cfr. par. 3. Per ulteriore approfondimento cfr. D. NERI, La bioetica in laboratorio, Editore Laterza, 2001, pagg. 51-52.

Anteprima della Tesi di Rita Ristagno

Anteprima della tesi: Problemi etici connessi alle biotecnologie: l'ambivalenza di Faust, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Rita Ristagno Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6091 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.