Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il nuovo regime d'imputazione delle circostanze aggravanti

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1:1 Nozione di “circostanza”. Il bisogno di attribuire rilevanza giuridica a situazioni o fatto- ri diversi da quelli che caratterizzano il reato base, in grado di meglio graduare il disvalore dell�azione, incidendo in manie- ra attenuante o aggravante sulla pena, non � certo un proble- ma dei tempi moderni. � a partire dall�illuminismo (1800) che spinti dal bisogno di legalit� � stata creata un�espressa previsione legislativa che oggi � conosciuta col nome di circostanza; vale a dire i vari elementi che stanno intorno (circum stant) ad una fattispecie di reato gi� di per se perfetta. La circostanza si manifesta sottoforma di modifica della pena stabilita per il reato base, in senso quantitativo con l�aumento o la diminuzione (di norma fino ad un terzo) o in senso quali- tativo con il passaggio ad una pena di specie diversa (es.: multa in luogo di reclusione) 1 . I requisiti fondamentali che la circostanza deve avere sono due uno negativo e uno positivo.

Anteprima della Tesi di Francesco Bassi

Anteprima della tesi: Il nuovo regime d'imputazione delle circostanze aggravanti, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Bassi Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1397 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.