Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicazione istituzionale e utenza: dall'estraneità alla familiarità dell'istituzione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

metafora è rappresentata da “il territorio”, viene quindi ogni volta “soggettivizzata” attraverso una mappa personale. Così come una mappa, per quanto dettagliata, non è il territorio, così ogni immagine che il nostro cervello costruisce della realtà, non è la realtà. Questo implica che la nostra mappa del mondo non è uguale alla mappa degli altri e non è assolutamente uguale alla realtà. Se quindi vogliamo comunicare efficacemente con qualcuno, dobbiamo imparare a decodificare la sua mappa, a vedere le cose con i suoi occhi. 2. Trasmissione di messaggi Per comunicazione si intende la trasmissione di un’informazione o di un messaggio da una fonte trasmittente a una fonte ricevente. Il processo di comunicazione prevede: − un emittente: una fonte che invia il messaggio; − un ricevente: un ente che riceve il messaggio; − un messaggio: parole, immagini, suoni ecc.; − un codice: il significato del messaggio; − la decodificazione: l’interpretazione del messaggio, ciò che si vuole trasmettere.

Anteprima della Tesi di Bice Tarantini

Anteprima della tesi: Comunicazione istituzionale e utenza: dall'estraneità alla familiarità dell'istituzione, Pagina 10

Diploma di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Bice Tarantini Contatta »

Composta da 316 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4637 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 27 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.