Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo strategico degli intangibles nel crisis management

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Oggetto del terzo capitolo sono le risorse intangibili. Si è cercato di tracciare, pur nella frammentarietà degli approcci, un quadro generale di riferimento per comprendere l’importanza connessa a questa tematica. Successivamente è stato sottolineato il peso degli intangibles rispetto al patrimonio complessivo d’impresa nella costituzione del potere competitivo dell’azienda. Si è poi optato per l’approfondimento di alcune categorie fondamentali di intangibles, il cui nesso con il crisis management è risultato più immediato; in particolare è stata focalizzata l’attenzione sulla “risorsa immateriale di ordine superiore” definita da Coda «credibilità dell’azienda». Infine si è cercato di evidenziare come una buona reputazione e un’immagine positiva garantiscano all’azienda la possibilità di superare più agevolmente una crisi da evento shock. Nell’ultimo capitolo sono stati descritti otto casi aziendali scelti perché ritenuti particolarmente significativi ed esemplificativi della tematica trattata. Essi sono stati raggruppati in tre categorie: azioni intenzionali, azioni non intenzionali, computer crime, al fine di trovare un riscontro empirico a quanto trattato nei capitoli precedenti.

Anteprima della Tesi di Gennaro Piccirillo

Anteprima della tesi: Il ruolo strategico degli intangibles nel crisis management, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gennaro Piccirillo Contatta »

Composta da 315 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3929 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.