Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nascita ed evoluzione del concetto di Welfare State

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 politiche democratiche dei governi occidentali del XX e del XXI secolo. La parola venne coniata semplicemente per sottolineare la differenza tra i governi “warfariani” e quelli welfariani: in particolare Temple volle evidenziare come le politiche naziste mirassero alla potenza e alla forza dello stato e della sua popolazione, mentre Churchill conduceva il Regno Unito verso uno stato di benessere, con politiche, appunto, attente allo stato di salute della popolazione. Da allora “welfare” ha assunto il significato di assetto statale vicino alle esigenze primarie della popolazione. Non è, certo, nel 1941 che sono iniziate le politiche welfariane, anzi la loro origine è ben più antica (già nel secolo XVII la “Poor Law” della regina Elisabetta d’Inghilterra può essere intesa come espressione di politica welfariana). Pertanto si può analizzare il principale significato storico che è stata attribuito al “welfare state” lungo gli anni. Tale espressione è genericamente usata per definire le politiche statali attente alle problematiche sociali, dalla sicurezza alla salute, dall’istruzione all’abitazione. Alla luce di tali considerazioni già mi è possibile estrapolare una definizione di welfare state, infatti l’analisi del termine, quella

Anteprima della Tesi di Valerio Cappelletti

Anteprima della tesi: Nascita ed evoluzione del concetto di Welfare State, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Valerio Cappelletti Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 20002 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 43 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.