Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Produzione e distribuzione dell'energia elettrica in Italia. Gli effetti delle recenti normative

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 secondo quanto previsto dalla direttiva europea 92/96. In Italia la normativa di riferimento è il decreto legislativo 79/99, noto come decreto Bersani. In particolare valutando l'assetto del mercato prima e dopo tale normativa si rileva che l'intervento statale è oggi limitato ai casi in cui sussiste un rilevante interesse per la comunità tutta. Va, infatti, sottolineata la natura di servizio pubblico essenziale della fornitura elettrica, affermata con decreto precedente (n. 481 del 1995) a quello di liberalizzazione e garantita e regolata tra l'altro dall'istituzione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG). L'organo preposto dal decreto Bersani ad assicurare questa funzione pubblica è il GRTN (Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale) società a capitale statale alla quale è stata concessa in regime di riserva la gestione del servizio di trasmissione e dispacciamento dell'energia pubblica. Da quanto riportato si evince chiaramente che il processo di liberalizzazione dal lato dell'offerta, attraverso la disintegrazione verticale di ENEL e la sua ristrutturazione orizzontale, è oramai giunto al termine, dal lato della domanda invece non si è concluso, ma comunque è ad uno stadio molto avanzato. La soglia di consumo, in base alla quale si identificano i clienti idonei cioè, quei soggetti in grado di svincolarsi dal distributore locale e scegliere il proprio fornitore sulla base del costo e della qualità del servizio elettrico offerto, si è, infatti, notevolmente abbassata e sarà ulteriormente ridotta nel futuro. La normativa del 99 ha poi introdotto, confermando l'indirizzo alla promozione delle energie alternative della comunità e della legislazione nazionale antecedente (provvedimento CIP 6/92), nuove forme di incentivazione alle fonti rinnovabili denominate "certificati verdi" che tendono comunque ad associarsi e non a sostituire le vecchie forme di privilegio. Petrolio, gas, carbone sono, infatti, fonti destinate prima o poi ad esaurirsi e soprattutto sono risorse molto inquinanti che alterano, in alcuni casi in maniera irreversibile il naturale equilibrio ecologico.

Anteprima della Tesi di Marco Gobbetti

Anteprima della tesi: Produzione e distribuzione dell'energia elettrica in Italia. Gli effetti delle recenti normative, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Gobbetti Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16689 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.