Skip to content

La costruzione sociale del knowledge management: opportunità ed ostacoli

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Tale problema è declinabile in due sensi. In primo luogo, i prodotti distribuiti nei diversi mercati debbono attenersi tutti ad un identico standard, il che richiede che siano diffuse in ogni ramo dell’organizzazione le competenze e le conoscenze basilari e necessarie, quelle “core competencies” che Prahalad e Hamel hanno riconosciuto essere i fattori cruciali della sopravvivenza dell’impresa nel tempo, oltre che del suo successo commerciale (Prahalad e Hamel, 1994). In secondo luogo, i prodotti potranno richiedere di essere diversificati in alcuni aspetti, relativamente ai mercati in cui vengono immessi. Tali modifiche potranno riguardare, ad esempio, i momenti più favorevoli alla commercializzazione d’un nuovo bene (un dato mercato può difatti essere più pronto di un altro ad accogliere un’innovazione per l’utilizzo della quale mancano ancora, nel primo dei due, le competenze minime necessarie a livello del pubblico di riferimento; così, la precoce messa in vendita del prodotto rischierebbe di essere un clamoroso buco nell’acqua, data l’ancora bassa diffusione delle capacità di utilizzo richieste); è però anche possibile ipotizzare che si rendano convenienti delle correzioni proprio a livello di prodotto, nei termini della sua struttura o di alcune sue caratteristiche o componenti (si pensi al caso di legislazioni nazionali richiedenti espressamente la dotazione alle autovetture di date misure di sicurezza minime o di limitazioni alle emissioni inquinanti 3 , od ancora si rifletta sull’eventualità di forti pressioni da parte di associazioni di tutela dei consumatori, ad esempio, le quali siano in grado di influenzare a tal punto l’opinione pubblica da indurla a rifiutare l’acquisto di computer i cui monitor siano sprovvisti di protezioni per la vista; in tali situazioni, si registra un automatico adeguamento da parte della casa produttrice, indotta a ridefinire almeno le procedure di realizzazione della merce). I casi qui richiamati evidenziano dunque alcune priorità e criticità per l’impresa multinazionale, la quale deve da un lato sviluppare efficaci strumenti d’informazione ed addestramento interno in ogni sua sede (non solo relativamente ai reparti produttivi industriali, ma più ancora per quanto riguarda le imprese di fornitura di servizi), dall’altro invece deve coordinare strategie di realizzazione e di implementazione dei prodotti in modo tale da generare un solido vantaggio competitivo sui mercati, senza perdere però la specificità dei propri articoli a causa dei cambiamenti resi necessari dalla strutturazione dei mercati di riferimento. Tutto ciò pertanto mette in luce l’importanza, per l’organizzazione multinazionale, di mantenere un corpus di competenze e conoscenze distintivo, inimitabile e resistente alla complessità sollevata dall’espansione del business, ma pone anche in essere la questione relativa alla capacità di far fruttare tale insieme di abilità professionali nonostante la dispersione delle locazioni produttive e gestionali dell’azienda. Emerge così l’idea della conoscenza organizzativa come risorsa variamente situata in persone, procedure, prodotti, vero fondamento dell’impresa nel mercato globalizzato. 3 Al riguardo, vi è un caso recente di legislazione ecologista, rappresentato dalla California, ormai da qualche decennio all’avanguardia su tali temi, la quale ha varato, nel maggio 2002, una legge che fissa il tetto delle emissioni gas contribuenti all’effetto-serra, individuando innanzitutto nei responsabili gli scarichi di camion ed autovetture. Cfr. su questo punto Rampini, 2002.
Anteprima della tesi: La costruzione sociale del knowledge management: opportunità ed ostacoli, Pagina 13

Preview dalla tesi:

La costruzione sociale del knowledge management: opportunità ed ostacoli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Nicolotti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Giuseppe Bonazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 534

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

conoscenza organizzativa
conoscenza tacita
knowledge management
learning organization
sociologia dell'organizzazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi